Livorno 1921. Dentro e oltre la classe operaia

15,00 €
Tasse incluse

Autore: Olimpia Capitano - 2021 - ISBN 9788090830318 - 4Punte

Il 21 gennaio, a Livorno, il Partito socialista si sfalda e viene fondato il Partito comunista d'Italia. Una settimana dopo, il 29 gennaio, nasce la Sezione livornese del PCd'I. A Livorno agiscono anche i fascisti, i quali però, nonostante mostrino i denti e le pistole, politicamente non fanno breccia. È scontro aperto; nel mezzo ci sono operai, navicellai, artigiani, portuali, barrocciai, tessitrici, cenciaiole, filande, ma anche ladri, prostitute, disoccupati e disoccupate, sottoproletari e sottoproletarie. Oltre a diversi partiti della sinistra; anche i comunisti, senza settarismo alcuno. Saper interrogare quei fermenti ci permette di ricostruire una memoria che - se non tutelata - può facilmente divenire oggetto di strumentalizzazione politica, così come - purtroppo - già successo più volte. Bisogna guardare al 1921, così come al prima e al dopo, per ripensare un comunismo libertario: non solo operaio, ma di tutte e di tutti i subalterni. Prefazione di Vladimiro Giacchè.

chat Commenti (0)
Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.