Godere del potere

17,00 €
Tasse incluse

Autore: Pierre Legendre - 2014 - ISBN 9788890556227 - Casa di Marrani

 La catastrofe economica che ha colpito l’Occidente ha riattivato, negli ultimi anni, un fantasma ben noto, quello della fine dello Stato. Questo è stato accompagnato da un altro fantasma, con il quale il lettore italiano intrattiene una maledetta familiarità: il mostro Burocratico. Attraverso un’analisi sapiente e pungente, Pierre Legendre si impegna alla decifrazione dei misteri della burocrazia e del potere, indagandone innanzitutto l’inaudita costituzione immaginaria. Cosa hanno a che fare le istituzioni occidentali con il diritto canonico e con il romanzo sessuale del potere che esso porta con sé? A simili domande eminentemente politiche risponde questo testo di uno dei maggiori e più discussi pensatori del nostro tempo. Dalla quarta di copertina: Nell’implacabile gioco delle istituzioni, la Legge presuppone degli idoli, ai quali rivolgere l’amore senza fine. Ecco perché la divinazione del Potere resta essenziale alla burocrazia: i sudditi godono dei loro capi. Il gregge umano adora i suoi pastori, e la politica, bestialmente divina, funziona come una pastorale, secondo l’antica metafora platonica diventata preziosa per gli Stati cristiani. Esiste una quantità di scienze che trattano dello Stato, ma nessuna che ci mostri questa specie di rapporto primitivo, scartato dal campo delle osservazioni, perché giudicato degno di un’arte negra o della parola insensata dei bambini. Non ci si accosta all’universo istituzionale con le idee, ma con i fantasmi.