Menù
Home page
Registrati
Profilo utente
I tuoi ordini
Il tuo carrello
Termini e condizioni
Offerte
Novità

Categorie
Achab
Argonavis Edizioni
Arterigere
AttilioFraccaroEditore
Autoproduzioni Fenix
Azione Sperimentale
Bébert Edizioni
ben...Essere
BFS Edizioni (Biblioteca Franco Serantini)
Biblohaus
Bizzarro!
Book Editore
Casa di Marrani
CD Musica
Centro Documentazione di Pistoia
Centro Espressioni Cinematografiche
Centro Studi Cinematografici
Cinemareale Associazione Culturale
Cinemazero
Città del Sole Edizioni
Colibri'
Diest
Dissensi Edizioni
Drago Edizioni
Ecomuseo Colombano Romean
Edicta
Editrice A
Edizioni Creativa
Edizioni del Faro
Edizioni L'internazionale
Edizioni Nautilus Torino
Edizioni S
Ellin Selae
EMI
Ente dello Spettacolo
Eris Edizioni
Ermes
Ferrari Editore
Frullini Edizioni
Gallino
GME Produzioni
Il Galeone
Immanenza
Impremix
Intra Moenia
Isonomia
Istrixistrix
Jona editore
Kappa Vu
Kurumuny
L'Obliquo
La Cineteca del Friuli
La città del sole
La Fiaccola
La Mandragora
La Memoria del Mondo
La Piccola
La Rosa
La Tana
La Zattera dell'Arte
La Zisa
Lorusso Editore
Lu.Ce Edizioni
Magenta 78
Magmata
Malanotte Autoproduzioni
Marco
Marx Ventuno
MC Editrice
Memoria Generazionale
Michele Manca Edizioni
Moroni Editore
Multimedia
Muscles
Nautilus
NonCredoLibri
Ortica Editrice
Petite Plaisance
Porfido
Progetto Accademia
Prospettiva Editrice (Civitavecchia)
Prospettiva Edizioni
Punto Rosso
Rave Up
Red Star Press
Rinascita Edizioni
Rose's Angels
Sabbiarossa Edizioni
Sala
Sankara
Savej
SEB 27
Secondavista Edizioni
Seminario Veronelli
Sensibili alle foglie
Serarcangeli
Shambhu
Sicilia Punto L Edizioni
Simple
Società di Mutuo Soccorso Ernesto de Martino
Storia Ribelle
Tabor
Tucker Film
Zambon
Zero in Condotta

CERCA
inserisci una parola:
 
 
     

offerte

CAPIRE LA CLASSE



Prezzo*: € 18,00 Inserisci nel carrello  Inserisci nel carrello

*Il prezzo si intende IVA inclusa

Descrizione

Erik Olin Wright
CAPIRE LA CLASSE
Per “erodere” il capitalismo


Autore: Erik Olin Wright - 2019 - ISBN 9788883512308 - Punto Rosso


A cura di Roberto Mapelli e Alessio Olivieri Traduzione di Alessio Olivieri
I saggi raccolti in questo volume sono stati scritti fra il 1995 e il 2015. Essi rispondono a tre intenti: interrogare gli approcci all’analisi di classe di specifici autori che lavorano all’interno di una varietà di tradizioni teoriche; sviluppare quadri generali di analisi di classe che possano aiutare ad integrare gli spunti provenienti dalle diverse tradizioni teoriche; analizzare il problema del conflitto di classe e del compromesso di classe nel capitalismo contemporaneo. La maggior parte dei capitoli di questo volume sono dedicati al primo di questi obiettivi, esplorando in dettaglio le questioni teoriche presenti all’interno del lavoro di una molteplicità di autori che hanno declinato il concetto di classe in diversi modi: Max Weber, Charles Tilly, Aage Sørensen, Michael Mann, David Grusky e Kim Weeden, Thomas Piketty, Jan Pakulski e Malcolm Waters, e Guy Standing. Il mio approccio alla classe è fermamente innestato nella tradizione marxista, mentre nessuno di questi autori adotta un tale approccio e alcuni sono apertamente ostili al marxismo… Mentre ci possono essere circostanze di dibattito intellettuale dove sbaragliare l’oppositore è appropriato, in questi saggi il mio obiettivo è comprendere cosa sia la cosa più utile ed interessante, piuttosto che prioritariamente indicare cosa sia sbagliato nel lavoro di un particolare autore. Si potrebbe definire un’analisi centrata sulle virtù invece che sui difetti… La tradizione marxista è un prezioso e interessante corpus di idee perché individua con successo i reali meccanismi che riguardano un ampio raggio di problemi importanti, ma non costituisce un compiuto paradigma capace di spiegare esaustivamente tutto il sociale o sussumere tutti i meccanismi sociali sotto una cornice unitaria. Inoltre esso non ha un monopolio nella capacità di identificare i meccanismi reali, pertanto in pratica la ricerca sociologica fatta dai marxisti dovrebbe combinare meccanismi propriamente marxisti con qualunque altro processo causale sembri pertinente al fine in questione. Ciò che potrebbe essere chiamato “realismo pragmatista” ha sostituito la Grande Battaglia fra Paradigmi... Io continuo a ritenere che l’analisi di classe marxista sia superiore alle altre tradizioni rispetto ad uno spettro di questioni che ritengo di fondamentale importanza, specialmente quelle concernenti la natura del capitalismo, i suoi danni e contraddizioni, e le possibilità di una sua trasformazione. Ma anche rispetto a queste tematiche centrali del marxismo, le altre tradizioni analitiche hanno qualcosa da offrire.

Erik Olin Wright (1947-2019) è stato un sociologo marxista statunitense. È stato professore di sociologia all’Università del Wisconsin. Wright ha iniziato a contribuire alla comunità intellettuale a metà degli anni ’70, insieme ad una generazione di giovani accademici radicalizzati dalla resistenza alla guerra del Vietnam e dal movimento dei diritti civili. Da quel momento si è distinto per il suo costante impegno nella ricerca per più di un quarto di secolo. Nel 2012 Wright è stato eletto Presidente dell’Associazione Sociologica Americana. Per le edizioni Punto Rosso è uscito nel 2018, Per un nuovo socialismo e una reale democrazia. Come essere anticapitalisti nel XXI secolo

Pagg. 316, 18 Euro






Torna alla homepage




CARRELLO DELLA SPESA
  sono presenti
0 prodotti
 
     

Login

NEWSLETTER
inserisci la tua email:
 
 
     

Novità