I progressi della ragione nella ricerca del vero

15,00 €
Tasse incluse

Autore: Pseudo-Helvétius - 2016 - ISBN 9788898926473 - Immanenza

 "Ciò che si chiama Natura non può essere, e nemmeno conte-nere, altro che intelligenza e materia. Questa Intelligenza è l'unico oggetto che dobbiamo riconoscere come il vero Dio, e il solo dal quale tutta la Natura dipende. È questa Intelligenza suprema che dà il movimento e la vita a tutta la materia; non c'è un atomo di questa materia che non sia dipendente da questa Intelligenza infinita, che non ne sia governato e retto." "Tutta la materia è vivente: c'è solo materia vivente nel sistema materiale [...] Essendo la vita essenziale alla materia, questa resta sempre viva; cambia soltanto forma e combinazione." "Il vero Filosofo è una macchina umana come un qualunque altro uomo; ma è una macchina che per la sua costituzione meccanica riflette sui suoi movimenti." Con questa prima edizione ragionata, oltre che la prima traduzione, dei Progressi della ragione, nella ricerca del vero è finalmente possibile rendere giustizia a un'opera che è stata oggetto di equivoci e interpretazioni riduttive. Talvolta ancora oggi considerati erroneamente rappresentativi del pensiero di Helvétius, I Progressi della ragione nascono in realtà da una selezione di brani in maggioranza tratti da opere per diverse ragioni legate alla filosofia dei Lumi. Tuttavia, se certamente non sono stati composti da Helvétius, i Progressi della ragione non possono neanche ridursi a un mero collage di citazioni eterogenee: attraverso il rilievo delle modifiche apportate ai testi di origine, la presente edizione fornisce gli strumenti per apprezzarne l'originalità, delineando, dietro la trascrizione, un'opera di risignificazione tesa a sviluppare una posizione filosofica autonoma, incentrata sulla nozione di Intelligenza suprema.